La Bibbia e' stata distolta nel suo fondamento
                       

L'ORIGINALITA' DELLA VERITA' BIBLICA

VERITA' BIBLICHE

FORUM     
le risposte alle vostre domande


L' Albero della Vita


La Chiesa di Dio è spirituale con a capo Cristo. Cristo non ha fondato nessuna chiesa. Infatti gli Apostoli predicavano la Parola a gruppi cristiani sorti dopo la morte di Cristo.

Il Cristianesimo pratica l’IDOLATRIA e non rispetta alcuni COMANDAMENTI del Decalogo.
La CHIESA CATTOLICA pratica l’idolatria col culto delle statue e delle immagini.
- Viola il Primo comandamento: “… Non avere altri DEI nel mio cospetto (Es 20:3).
- Viola il Secondo comandamento: “Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna … non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro … (Es 20:4-5); “…vegliate diligentemente sulle anime vostre, affinché non vi corrompiate e vi facciate qualche immagine scolpita, la rappresentazione di qualche idolo, la figura d’un uomo o d’una donna” (Dt 4:15-16).
- Viola il Quarto comandamento, il riposo del Sabato (Es 20:8). Gesù Cristo ha dato degli esempi di osservanza del Sabato: “… e com’era solito, entrò in giorno di Sabato nella sinagoga” ( Lc 4:16); “E scese a Cafarnaum, città di Galilea; e vi stava ammaestrando la gente nei giorni di Sabato” (Lc 4:31); “Or egli stava insegnando in una sinagoga in giorno di Sabato” (Lc.13:10).
- La Chiesa Cattolica convive con le statue e le immagini che sussistono in pompa magna in ogni tempio. Quale dio vuole rappresentare? Il Dio di Abramo, Isacco, Giacobbe e Mosè non si trova nei templi dove giacciono statue ed immagini. Dove ardono ceri votivi per statue ed immagini.
Il PROTESTANTESIMO (confessioni religiose) pratica l’idolatria:
-“Viola il Primo comandamento: “Non avere altri DEI nel mio cospetto (Es 20:3). Il culto di Gesù Cristo non è previsto; solo la mistificazione di certi testi dei Vangeli canonici ha procurato la divinità di Cristo. Del resto è lo stesso Cristo che afferma che c’è un solo Dio: “…Qual è il comandamento primo fra tutti? E Gesù rispose: Il Primo è: Ascolta, Israele: Il Signore Iddio nostro è l’unico Signore: ama dunque il Signore Iddio tuo con tutto il tuo cuore e con tutta l’anima tua e con tutta la mente tua e con tutta la forza tua” (Mc 12:28-30). “…Prima di me nessun dio fu formato e dopo di me non ve ne sarà alcuno” (Is 43:10).
- Viola il Quarto comandamento, il riposo del Sabato (salvo qualche confessione) Es 20:8).
[Le Scritture narrano di Cristo quale Profeta di Dio (Dt 18:15-19; At 3:22-23; At 7:37)].
Il culto è dovuto soltanto a Dio Onnipotente (Mt 4:10). “E Gesù, rispondendo, gli disse: Adora il Signore Iddio tuo, e a lui solo rendi il tuo culto” (Lc 4:8). “… i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; poiché tali sono gli adoratori che il Padre richiede” (Gv 4:23).
Fuori del culto verace dovuto a Dio Onnipotente non c’è che solo idolatria.
Quello che ho esposto è solo parte della verità. La verità completa deve ancora venire, come Cristo ha profetizzato: "Non li temete dunque; poiché non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto, né di occulto che non abbia a venire a notizia" (Mt 10:26).
Ed ecco un versetto molto importante, da valutare attentamente: "Ed ecco, Elisabetta tua parente, ha concepito anche lei un figliolo nella sua vecchiaia; e questo è il sesto mese per lei, ch'era chiamata sterile" (Lc 1:36).
Elisabetta è la madre di Giovanni Battista; il testo riportato dimostra che ella è incinta da sei mesi; Maria sarebbe appena incinta, secondo il testo, quindi tra le due donne c'è una differenza di tempo di 6 mesi per partorire. Invece la storia fa nascere Giovanni Battista il (7 a.C.). Quindi ci sono sei anni e mezzo di differenza di età. Cristo, invece, nasce nell’anno 1. Lc 3:1 l’imperatore Tiberio compie l’anno decimo quinto, sono 15 anni; Ottaviano muore il 14 d.C., quindi la somma degli anni è 29. Lc 3:23: “E Gesù, quando cominciò anch’egli ad insegnare, aveva circa trent’anni…”.
V'è un testo che brilla per falsità: "Or essendo Gesù nato in Betleem di Giudea, ai dì del re Erode..." (Mt 2:1). Erode è morto il 4 a.C, mentre Cristo è nato l'1 d.C. L'evangelista Luca dimostra questa data nel cap. terzo del suo libro. Ma perché si è ricorsi a questa falsificazione? Era necessario riportare indietro la nascita di Cristo per via del testo dell'Annunciazione, dove risulta che dalla madre di Giovanni Battista, Elisabetta, e Maria, madre di Cristo, corrono sei mesi di gravidanza. Perché Giovanni Battista è nato il 7 a.C. Quindi il tempo che corre tra la nascita di Giovanni e Cristo sono 6 anni e mezzo. Vi sono anche altri particolari che non tornano.
Inoltre va precisato che Elisabetta non è parente di Maria in quanto che non sono della stessa tribù: Elisabetta “era delle figliole d’Aronne Lc 1:5, mentre Maria è “della famiglia di Davide Lc 2:5.
Nm 36:5-13): Regole delle tribù, “Tali sono i comandamenti e le leggi che l’Eterno dette ad Israele”.
Il commento è che l’Annunciazione è un testo non dell’evangelista Luca. Tutta l’Annunciazione non è mai esistita.





I DIECI COMANDAMENTI, LA LEGGE ETERNA – IMMUTABILE.
“Le opere delle sue mani sono verità e giustizia;
tutti i suoi precetti sono fermi,
stabili in sempiterno,
fatti con verità e con dirittura.” (Sal 111:7-8).
“… Maledetto chiunque non persevera in tutte le cose scritte nel libro della Legge per metterle in pratica!” (Gal 3:10; cf Dt 27:26).
“Perché, se pecchiamo volontariamente dopo aver ricevuto la verità, non resta più alcun sacrificio per i peccati; rimangono una terribile attesa del giudizio e l’ardor d’un fuoco che divorerà gli avversari. Uno che abbia violato la Legge di Mosè, muore senza misericordia sulla parola di due o tre testimoni”.(Eb 10:26-28).
“Chi fa il peccato commette una violazione della Legge; e il peccato è la violazione della Legge.” (1 Gv 3:4).
“Non crediate che io sia colui che vi accusa davanti al Padre; v’è chi v’accusa, ed è Mosè.” (Gv 5:45).
“Annulliamo noi dunque la Legge mediante la fede? Così non sia; anzi, stabiliamo la Legge.”(Rm 3:31).
“Talché la Legge è santa, e il comandamento è santo e giusto e buono.” (Rm 7:12).
“La circoncisione è nulla e la in incirconcisione è nulla; ma l’osservanza dei Comandamenti di Dio è tutto.” (1 Cor 7:19).
“Nessuno dunque vi giudichi quanto al mangiare o al bere, o rispetto a Feste o a Noviluni o a Sabati”. (Col 2:16).
QUI PAOLO HA CONCENTRATO LE REGOLE DELLA LEGGE DA SEGUIRE.
“Or noi sappiamo che la Legge è buona, se uno l’usa legittimamente, riconoscendo che la Legge è fatta non per il giusto, ma per gli iniqui e i ribelli, per gli empi e i peccatori, per gli scellerati e gli irreligiosi…” (1 Tm 1:8-9).
“Non pensate ch’io sia venuto per abolire la Legge od i profeti; io sono venuto non per abolire ma per compiere: poiché io vi dico in verità che finché non siano passati il cielo e la terra, neppure un iota o un apice della Legge passerà, che tutto non sia compiuto.” (Mt 5:17-18).
CRISTO NON HA CAMBIATO NULLA DELLA LEGGE; CHI PENSA CHE EGLI ABBIA ABOLITO IL DIVORZIO O QUALCHE ALTRA COSA E’ IN ERRORE, ED E’ CONTRO LA LOGICA DI CRISTO, E VERREBBE MENO ALLA SUA DICHIARAZIONE. (Mt 5:17-18).
IL NUOVO PATTO
“Ecco, i giorni vengono, dice l’Eterno,
che io farò un nuovo patto
con la casa d’Israele e con la casa di Giuda;
non come il patto che fermai coi loro padri
il giorno che li presi per mano
per trarli fuori dal paese d’Egitto:
patto ch’essi violarono,
benché io fossi loro signore, dice l’Eterno;
ma questo è il patto che farò con la casa d’Israele,
dopo quei giorni, dice l’Eterno:
io metterò la mia Legge nell’intimo loro,
la scriverò sul loro cuore,
e io sarò loro Dio,
ed essi saranno mio popolo.” (Gr 31:31-33).
“E Pietro a loro: Ravvedetevi, e ciascun di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. Poiché per voi è la promessa, e per i vostri figliuoli, e per tutti quelli che sono lontani, per quanti il Signore Iddio nostro ne chiamerà.” (At 2:38-39).






LA VERA ANNUNCIAZIONE DIVINA.
La vera annunciazione. E Dio annunciò a Mosè la venuta di un Profeta, Cristo. E' la sola annunciazione verace di Dio, non ve ne sono altre di derivazione divina.
Mosè dà al popolo questo annuncio: "L'Eterno, il tuo Dio, ti susciterà un profeta come me, in mezzo a te, d'infra i tuoi fratelli; a quello darete ascolto!" (Dt 18:15).
Ed ecco l'annunciazione di Dio a Mosè: "io susciterò loro un profeta come te, di mezzo ai loro fratelli, e porrò le mie parole nella sua bocca, ed egli dirà loro tutto quello che io gli comanderò. Ed avverrà che se qualcuno non darà ascolto alle mie parole ch'egli dirà in mio nome, io gliene domanderò conto" (Dt 18:18-19).
Ecco l'unica annunciazione verace pronunciata da Dio. E tale annunciazione giunse agli Apostoli, i discepoli ed ai primi cristiani che l'accolsero come annunciazione di Dio: "Questi è il Mosè che disse ai figlioli d'Israele: IL SIGNORE IDDIO VOSTRO VI SUSCITERA' UN PROFETA D'INFRA I VOSTRI FRATELLI, COME ME" (At 7:37).
Ed ecco il testo che riguarda l'annunciazione di Dio: "Mosè, infatti, disse: IL SIGNORE IDDIO VI SUSCITERA' DI FRA I VOSTRI FRATELLI UN PROFETA COME ME; ASCOLTATELO IN TUTTE LE COSE CHE VI DIRA'. E AVVERRA' CHE OGNI ANIMA LA QUALE NON AVRA' ASCOLTATO CODESTO PROFETA, SARA' DEL TUTTO DISTRUTTA DI FRA IL POPOLO" (At 3:22-23).
Questo è quanto gli Apostoli, i discepoli ed i primi cristiani hanno appreso ed hanno creduto. In seguito gli uomini si sono inventati un'altra annunciazione. Ed il falsario ha inventato una serie di supporti, tutti falsi, per confermare la sua annunciazione, aspettando la punizione che Dio avrà per costui.
Il Cristo che è stato fatto conoscere è stato vestito da panni diversi da quelli che Dio gli ha messi addosso. Ed ecco che il Cristianesimo, in seguito, ha avuto un volto diverso. E così c'è un grosso inganno che ha preso piede dopo gli Apostoli.


LA LEGGE di DIO E’ ETERNA ED IMMUTABILE (Sal 111:7-8).
Eppure Cristo e gli Apostoli hanno lasciato scritto...
Per 40 anni Dio parlò a Mosè ed ad Israele nel deserto. Parlò chiaramente perché gli uomini avessero la sua Legge, la Legge eterna ed immutabile. Poi mandò il suo Profeta-Messaggero, Cristo (Dt 18:18-19; At 3:22-23; At 7:37), a compierla e confermarla (Mt 5:17-18; Rm 3:31). Ma i posteri non hanno ascoltato né Mosè, né Cristo,né Paolo: la Legge divina è stata ignorata del tutto, e gli uomini si sono fatta una legge per proprio conto. E così sono sorte leggi e credi diversi da quelli che il Legislatore divino ha stabilito. Ma non è tutto!
I commentatori hanno preso quanto, Cristo nei Vangeli e Paolo di Tarso nelle Lettere, hanno insegnato e se ne sono impossessati. Costoro non hanno tenuto conto che questi servi di Dio, Cristo e Paolo, parlavano a credenti che osservavano la Legge di Dio, quindi forniti di Spirito Santo, di fede in Dio e di grazia.
Cristo è stato mandato per pagare per i peccati commessi contro la Legge di Dio (1 Gv 3:4). E quei peccati sono stati cancellati, occorre evitare di commetterne ancora contro la Legge, e ciò è evidente. Infatti gli Apostoli questo insegnano, a ravvedersi e non peccare più: "... Ravvedetevi, e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo" (At 2:38).
Invece i conduttori insegnano che Cristo ha pagato per noi, e quindi non occorre più osservare la Legge di Dio. Questo loro concetto è completamente sbagliato e falso. Essi illudono le persone ignare, infatti essi credono di avere la grazia, la fede e lo Spirito Santo, senza dover fare proponimento di non peccare contro la Legge di Dio. Danno retta a certe mistificazioni introdotte di soppiatto nei testi post Cristo (2 Pt 3:15-16). Farebbero bene a correggere tali storture! Si definiscono “nati di nuovo”, ma violano la Legge di Dio.
Non è vero che il sacrificio di Cristo toglie i peccati presenti e futuri (Eb 10:26). Solo Dio può rimettere i peccati (Mc 2:7), previo ravvedimento.

LA CHIESA FONDATA SU PIETRO?
"E io altresì ti dico: Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa, e le porte dell'Ades non la potranno vincere" (Mt 16:18).
Questo è quanto Gesù Cristo avrebbe detto a Pietro. Ma vediamo cosa dirà di Pietro. Solo 4 versetti dopo.
"Ma Gesù, rivoltosi, disse a Pietro: vattene via da me, Satana; tu mi sei di scandalo. Tu non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini" (Mt 18:23).
Eppure Gesù Cristo avrebbe fondato la sua Chiesa su Pietro?

IL GRANDE COMANDAMENTO.
"Or uno degli scribi che li aveva uditi discutere, visto ch'egli aveva loro ben risposto, si accostò e gli domandò: Qual è il comandamento primo fra tutti? E Gesù rispose: Il primo è: ASCOLTA, ISRAELE: IL SIGNORE IDDIO NOSTRO è L'UNICO SIGNORE : AMA DUNQUE IL SIGNORE IDDIO TUO CON TUTTO IL TUO CUORE E CON TUTTA L'ANIMA TUA E CON TUTTA LA MENTE TUA E CON TUTTA LA FORZA TUA" (Marco 12:28-29).
"I miei testimoni siete voi, dice l'Eterno, voi, e il mio servo ch'io ho scelto, affinché voi lo sappiate, mi crediate, e riconosciate che son IO. PRIMA DI ME NESSUN DIO FU FORMATO, E DOPO DI ME, NON VE NE SARA' ALCUNO" (Isaia 43:10).


GIOVANNI (1 Gv 4:1-3).
"Da questo potete conoscere lo Spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio.
E ogni spirito che non riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, non è da Dio; e questo è lo spirito dell’anticristo che, come avete udito, deve venire; e ora è già nel mondo”. Si legga bene.



GIOVANNI (1 Gv 4:1-3) HA TRAMANDATO UN TESTO MOLTO IMPORTANTE, CHE RAPPRESENTA BENE IL PRESENTE.
“Carissimi, non credete ad ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio, perché molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo.
Da questo potete conoscere lo Spirito di Dio: ogni spirito che conosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio.
E ogni spirito che non riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, non è da Dio; e questo è lo spirito dell’anticristo che, come avete udito, deve venire; e ora è già nel mondo”.
Definisce "falsi profeti" quelli che non sono da Dio, cioè che non credono che Gesù Cristo sia venuto in carne. Credono alla divinità del Cristo.
Quanti "falsi profeti" sono sorti che fanno di Cristo un dio!?
Le scritture annunciano la venuta di un profeta nella persona di Gesù Cristo: (Deu 18:15-19; At 3:22-23; At 7:37).
"Non li temete dunque; poiché non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto, né di occulto che non abbia a venire a notizia" (Mt 10:26). Ecco quanto Giovanni rende noto.


Si deve tener conto che alcuni testi evangelici sono stati manomessi. Chi non si attiene a questo effetto non ha il risultato della verità.
I predicatori ripetono frasi già fatte nei loro sermoni; gli adepti si adeguano ai testi ascoltati.
Di padre in figlio, di anziano in giovane si tramanda la scrittura; senza approfondirne il valore.
"Non li temete dunque; poiché non vi è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto, né di occulto che non abbia a venire a notizia" (Mt 10:26).

L’ANNUNCIAZIONE –L’Angelus Domini nuntiavit Mariae?
E’un argomento molto importante. Ma vediamo cosa è successo nel suo cammino.
Elisabetta è incinta di 6 mesi; Maria è incinta per opera divina. Così ha presentato l’ipotetico Angelo (Lc 1:35-36).
Elisabetta partorisce a Ain Karim Giovanni Battista 7 a.C. ? (CATHOPEDIA).
Giovanni Battista Ain Karem ? 7 a.C.?
Ain Karim Regno di Erode fine I secolo a.C.; Macheronte, 35 d.C. (TRECCANI).
Ein Cherem 7 ca a.C. (ZANICHELLI).
Regno di Erode I secolo a.C.; Macheronte 35 d.C. (WIKIPEDIA).
Giovanni il Battista nacque il 25 marzo dell’anno 7 a.C. (URANTIA –Fascicolo 135).
Maria partorisce a Betlemme l’anno zero (TRECCANI).
Passiamo al Vangelo di Luca, al terzo capitolo: “Or nell’anno decimo quinto dell’impero di Tiberio Cesare…Lc 3:1. Siamo negli anni d.C. (Ottaviano è morto l’anno 14 + 15 = 29 anni .
Parliamo di Cristo: “E Gesù, quando cominciò anch’egli ad insegnare aveva circa trent’anni ed era figliolo, come credevasi di Giuseppe…” Lc 3:23.
“sotto i sommi sacerdoti Anna e Caiafa, la parola di Dio fu diretta a Giovanni, figliolo di Zaccaria, nel deserto” (Lc 3:2). Giovanni ha 36 anni al momento, secondo la Parola di Dio (Nm 4:3) egli doveva cominciare a predicare a 30 anni, come ha fatto Cristo (Lc 3.23). Del resto egli doveva preparare la Via del Signore davanti a Cristo; era il precursore.
Va sottolineato un testo che sa di falso: “Or essendo Gesù nato in Betleem, ai giorni del re Erode…” Mt 2:1). Ovviamente è un testo prodotto dal mistificatore.
Inoltre va precisato che Elisabetta non è di Maria in quanto che non sono della stessa tribù: Elisabetta “era delle figliole d’Aronne” Lc 1:5, mentre Maria è “della famiglia di Davide” Lc 2:5.
(Numeri 36:5-13): Regole delle tribù, “Tali sono i comandamenti e le leggi che l’Eterno dette ad Israele”.
“Non li temete dunque; poiché non v’è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto, né di occulto che non abbia a venire a notizia” (Mt 10:26). Una tradizione che dura nei secoli!
Mi piaceVedi altre reazioniCommentaCondividi

LE SOLENNITÁ DI DIO. (Lev 23; Nm 28 e 29; Col 2:16).
Sette sono le Solennità da osservare dal popolo di Dio, ma dopo il ritorno di Cristo (Elia il Profeta) tutte le nazioni della Terra dovranno osservarle, com’è chiaramente indicato nella Bibbia: l’inosservanza sarà punita da Dio (Zc 14:16-19).
La cadenza mensile per l’anno 2017:
1) Pasqua dell’Eterno, 13 Aprile (Lc 22:14-15; Mc 14:1-2; At 12:4; 1 Cor 5:7; Col 2:16).
2) Festa dei Pani Azzimi, 14-21 Aprile (At 12:1-3; 20:6; Mc 14:1-2;1 Cor 5:8; Col 2:16).
3) Festa di Pentecoste, 4 Giugno; 1 Cor 16:8; Col 2:16).
4) Solennità delle Trombe, 21 Settembre (Col 2:16).
5) Giorno delle Espiazioni, 1 Ottobre (At 13:2-3; 27:9; Col 2:16).
6) Festa delle Capanne, 6-12 Ottobre (Cristo, Gv 7:37); Col 2:16; cfr Zc 14:16-19.
7) Ultimo Gran Giorno, 13 Ottobre (Cristo, Gv 7:37); Col 2:16).
Celebrazione dei Noviluni.
(Nm 10:10; 28:11,14; 1 Sam 20:5,18; 2 Re 4:23; 1 Cr 23:31; 2 Cr 2:3-4; 8:13; 31:3; Esd 3:5; Ne 10:29-34; Sal 81:3-4; Is 1:13-14; 66:23; Ez 45:17; 46:1,3,6; Am 8:5; Os 2:11; Col 2:16).
[Tramonto del sole in parentesi] – 30 Gennaio (1°, 16,39; 11, 16,49; 21, 17,01) – 27 Febbraio (1°, 17,15; 11, 17,28; 21, 17,40) - 30 Marzo (1°, 17,50; 11, 18,02; 21, 18,13) – Aprile (1°, 19,26; 11, 19,37; 21, 19,48) – 27 Maggio (1°, 19,59; 11, 20,10; 21, 20,20) – 26 Giugno (1°, 20,29; 11, 20,36; 21, 20,39) – 24 Luglio (1°, 20,39; 11, 20,36; 21, 20,29) – 23 Agosto (1°, 20,19; 11, 20,06; 21, 19,51) - 21 settembre (1°, 19,34; 11, 19,17; 21, 18,59) – 21 Ottobre (1°, 18,42; 11, 18,25; 21, 18,09) – 19 Novembre (1°, 16,54; 11, 16,43; 21, 16,34) – 19 Dicembre (1°, 16,30; 11, 16,29; 21, 16,32).
(I tempi lunari sono espressi in Tempo Medio Europa Centrale – ora dei nostri orologi).

Osservanza dei CIBI PURI.
(Lv 11; Dt 14; At 10:10-16; Col 2:16).
Alcuni passi del N.T. sono addomesticati allo scopo di evitare l’osservanza dei CIBI PURI. Le Scritture, però, non lasciano dubbi riguardo la loro astinenza, come affermano sia l’apostolo Pietro (At 10:10-16); Paolo di Tarso (Col 2:16); Giacomo At 15:29.
I Dieci Comandamenti.
(Es 20:1-17; Dt 5:6-21).
Il Decalogo rimane il fondamento della Legge di Dio. Esso è stato ridotto alla più grave e vergognosa trasgressione. La Chiesa di Roma lo ha sfregiato perfino nel numero, riducendolo a 9 unità, come si evince dal suo catechismo.
Il Sabato, che è il ‘segno’ del popolo di Dio (Es 31:13), è stato declassato senza alcuna vergogna!
La dignità teologica di Dio, che Cristo ha testimoniato e confermato, ha subito una variazione pesante, che non si può giustificare agli occhi di chi ha sacrificato se stesso per una causa che Dio gli ha assegnato.
Il Sabato di Cristo (Lc 4:16,31; 13:10).



Ho cercato di far comprendere che nei testi dei Vangeli canonici e delle Lettere ci sono delle manomissioni, per cui la verità rimane nascosta, come è logico che sia.
Molti 'amici' si cancellano credendo di farmi opera di convinzione. Invece non risolvono nulla. Devo far presente che la mano sacrilega dell'Avversario ha compiuto il suo lavoro.
Se non si tiene presente che l'opera del mistificatore ha fatto in modo che la verità rimanesse nascosta, come è avvenuto, si perde tempo.
Gesù Cristo ha lasciato scritto: "Non li temete dunque; poiché non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto, né di occulto che non abbia a venire a notizia" (Mt 10:26).
Cancellatevi pure, ma non risolvete nulla.
Fate attenzione a ciò che leggete. La verità è stata tenuta nascosta.


IL TESTO DI GIOVANNI PIANIFICA LA PRESUNTA DIVINITA' DI GESU' CRISTO.
GIOVANNI (1 Gv 4:1-3). "Diletti, non crediate ad ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio; perché molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo.
Da questo conoscete lo Spirito di Dio: ogni spirito che confessa Gesù Cristo venuto in carne, è da Dio;
e ogni spirito che non confessa Gesù Cristo venuto in carne, non è da Dio; e quello è lo spirito dell’anticristo che, come avete udito, deve venire; e ora è già nel mondo.
GIOVANNI (2 Gv 7). “Poiché molti seduttori sono usciti per il mondo i quali non confessano Gesù Cristo essere venuto in carne. Quello è il seduttore e l'anticristo".
“Molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo”; costoro professavano la divinità di Gesù Cristo, quindi erano lontani dal credo generale. I falsi profeti sono durati fino ai nostri giorni. Il culto appartiene solo a Dio: “Adora il Signore Iddio tuo, ed a Lui solo rendi il culto” (Mt 4:10). Invece l’idolatria impera.
I “falsi profeti”, che sono durati fino al presente, predicano la divinità di Gesù Cristo ed il culto di Gesù Cristo.
“Molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo”; costoro professavano la divinità di Gesù Cristo, quindi erano lontani dal credo generale. I falsi profeti sono durati fino ai nostri giorni. Il culto appartiene solo a Dio: “Adora il Signore Iddio tuo, ed a Lui solo rendi il culto” (Mt 4:10). Invece l’idolatria impera. I testi biblici dichiarano Gesù Cristo Profeta: (Deu 18:15; At 3:22-23; At 7:37).

--------------------------------------------------------------------


[Osservo i Comandamenti da molti anni. Gradirei conoscere qualcuno].












SCRIVI LE TUE OSSERVAZIONI

E-MAIL







Sei il VISITATORE N° 115295 

L' Albero della Vita – La verità delle Sacre Scritture
ACONFESSIONALE

lalberodellavita@inwind.it